L’olio buono di Pistoia diventa fashion con il designer Alberto Masi Branchetti

Simbolo della buona cucina, l’olio extravergine di oliva non manca mai su una tavola toscana. Il patrimonio olivicolo regionale è formato da oltre 15 milioni di piante, più del 90% delle quali è costituito da cinque varietà: Frantoio, Moraiolo, Leccino, Maurino e Pendolino. La coltivazione a Pistoia non fa eccezione

Negli oliveti toscani  presenti anche numerose altre varietà minori.   Si tratta di un immenso patrimonio genetico, selezionato e riprodotto localmente nel corso dei secoli. Forma con l’ambiente naturale un insieme inscindibile. In questo contesto in Toscana e a Pistoia nasce l’olio extravergine di oliva, con il suo gusto inconfondibile.

Pubblicato da La  Terra del Gusto

Leggi l’articolo originale L’olio buono di Pistoia diventa fashion con il designer Alberto Masi Branchetti